igienizzazione    Condizionatore

🚫ALT ! Non non continuare ad usare il tuo condizionatore finché non lo avrai sanificato !🚫

 

📌La TecnoAssist Service dal 1997 con serietà e professionalità si occupa di igienizzazione di climatizzatori della parte interna ed esterna con controllo completo della macchina gas ed efficienza energetica dei consumi elettrici con rilascio della scheda tecnica dei prodotti certificati dal presidio medico chirurgico. 

 

📍☎️🌐Vieni a trovarci in Azienda in via Indipendenza 2 Bari (BA) oppure chiamaci al numero 335435567 o scrivici un emeil tecnoassist@hotmail.com 

 

‼️Mirracomando presentarsi in azienda con mascherina e guanti ‼️


Non usare il tuo climatizatore finchè non sara sanificato...!

In un momento quanto mai delicato come questo la fobia di vivere in un ambiente sano sta diventando per molti anche motivo di sicurezza all’interno della propria abitazione.
Molti non sanno infatti che un condizionatore senza manutenzione comporta l’accumulo di polvere all’interno dei filtri che è causa di legionella. 
Questa è solo una delle possibilità in cui si va incontro senza una dovuta cura della propria macchina (inteso come strumento di raffrescamento o riscaldamento).
📌Cosa dice l’OMS📌
Ci sono delle normative che specificano tutte le motivazioni per compiere una sanificazione del condizionatore e non si doveva sicuramente aspettare il 27 febbraio 2020, quando l’OMS ha pubblicato il documento di orientamento per precauzioni da prendere sul posto di lavoro contro il COVID-19.
Ad ogni modo, da questa data anche l’associazione italiana del settore climatizzazione ha diffuso una nota in cui precisa alcuni aspetti riguardanti il funzionamento degli impianti condizionamento.
📌Cosa dice l’associazione italiana del settore climatizzazione...?📌
In sostanza cosa si evince da questo comunicato è che le modalità di diffusione (che ormai ben conosciamo tutti) sono per contatto ravvicinato e diretto con una persona infetta; per inalazione di goccioline liquide provenienti da quest’ultima; oppure tramite contatto con superfici contaminate.
Il tutto per ribadire che le persone infette tossendo, starnutendo, parlando e respirando emettono “goccioline” di saliva che si possono adagiare su ogni tipo di superficie (in questo caso ci potrebbe essere un contagio indiretto); oppure possono contagiare direttamente le persone circostanti l’individuo già positivo.
Ad onor del vero ad oggi le fonti parlano molto frequentemente di contagio diretto.
N.B 
♻️NON USARE IL TUO CLIMATIZZATORE FINCHÈ NON LO HAI COMPLETAMENTE SANIFICATO♻️
Per sanificare il tuo climatizzatore chiama il numero +39 335435567 oppure vieni a trovarci in azienda mi raccomando con mascherina e guanti 🧤

Condizionatore & CoranaVirus tutto quello che devi sapere

Con l'estate alle porte si avvicina il momento di riaccendere i condizionatori per avere un po' di refrigerio. Per godere del fresco, senza mettere a rischio la nostra salute è importante dedicare qualche minuto alla pulizia. In questi giorni c'è stata una accesa discussione se l'aria condizionata è vettore del Covid.

Può essere più pericolosa la ventilazione, quindi il “vento” che può uscire dal ventilatore o dal condizionatore, che non il circuito di condizionamento. Mettersi sotto vento spinge le particelle nell’aria, che così possono fare più di un metro e mezzo. Lo dico in maniera semplice: bisogna evitare la ventilazione, che può aumentare la distanza percorsa dal virus”.  Queste sono le prescrizioni per i ristoranti fornite dagli esperti della task force sulla sicurezza. Il consiglio, quindi, è quello di non puntare mai addosso il flusso d’aria. Gli impianti di condizionamento con un flusso in entrata e in uno in uscita sono i più sicuri. A spiegarlo a chiare lettere è stato Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana malattie infettive.

Con il caldo in arrivo e l'emergenza sanitaria in corso, è inevitabile chiedersi quale sia il rapporto tra Coronavirus e condizionatori. Gli impianti di raffrescamento e di climatizzazione dell’aria potrebbero essere veicolo di diffusione del virus in ambienti indoor? A rispondere a tutte le domande ci pensa la Società Italiana di Medicina Ambientale.

“In questo particolare momento di criticità dovuta alla pandemia da Covid-19 - spiega l’ingegnere Alessandro Volpi, esperto Sima di gestione e manutenzione impianti di trattamento aria - ritengo opportuno suggerire a utenti, gestori e manutentori di impianti di climatizzazione, più o meno complessi, di effettuare tutti gli interventi preventivi utili a ridurre il rischio correlato ad una non adeguata sanificazione e pulizia degli impianti prima del loro uso”.


Via Francesco Crispi, 130

70122 Bari

Tel. +39 080 5743012

Oppure scrivimi su

Whatsapp al numero 

+39 335 435567